MACHINES ITALIA NEWSLETTER N. 9 - Primavera 2015

Gentili lettori,

i dati del Department of Commerce mostrano che la ripresa dell’economia americana ha continuato a consolidarsi nel corso del 2014. Il PIL è cresciuto del 2,4 %, dopo un +2,2 % nel 2013.

Lo scorso anno l’interscambio Italia-Stati Uniti si è attestato a 59 miliardi di dollari, segnando un +6.5% rispetto all’anno precedente. L’attivo commerciale è a favore dell’Italia per un importo pari a 25 miliardi di dollari. Si tratta del surplus più ingente che l’Italia ha al mondo con un partner commerciale.

Tra i Paesi UE, rispetto al 2013, l’Italia ha mantenuto il quarto posto come fornitore degli USA ed il dato interessante è che ha registrato una crescita (+ 8,8%) superiore ai Paesi che la precedono nella classifica: Germania (+7,7%), Regno Unito (+2,3%), Francia (+2,9%).

La meccanica si conferma come il primo comparto (21,8%) delle esportazioni italiane negli Stati Uniti, seguita dalla moda (16,4%) e dall’agroalimentare e vini (10,2%).

Il buon andamento delle esportazioni dall’Italia verso gli Stati Uniti rafforza l’interesse delle nostre imprese per il mercato americano. Un segnale chiaro mostrato anche dalla numerosa partecipazione italiana al Summit Select USA (l’evento organizzato dal Governo americano per presentare le opportunità di investimento tenutosi, lo scorso marzo a Washington). Vi hanno preso parte una quarantina di aziende italiane, che hanno costituito la delegazione più cospicua proveniente da un Paese dell’Unione Europea e la sesta tra tutti i Paesi presenti alla manifestazione.

L’interesse delle imprese italiane a cogliere le opportunità offerte dal vasto mercato statunitense è reso concreto dall’apertura di nuovi stabilimenti produttivi italiani sul suolo americano o dall’ampliamento di stabilimenti già presenti. Alcuni esempi sono rappresentati dalla Sirmax, che aprirà uno stabilimento in Indiana, dalla Aero Sekur, che si trasferirà dal New Jersey alla Florida ampliando i propri impianti produttivi e dal Gruppo SO.F.TER che aumenterà la capacità produttiva nel nuovo stabilimento in Tennessee.

In questo quadro positivo, ICE-Agenzia, attraverso il Programma Machines Italia, continuerà a sostenere le esportazioni e le imprese italiane sul mercato americano. Le prossime attività in programma sono: la partecipazione di Machines Italia alla fiera Maker Faire che si terrà nell’area di San Francisco (California) e la partecipazione alla conferenza “Best Plants” di “Industry Week” che si svolgerà a Charlotte (Nord Carolina), entrambe nel mese di maggio; ed infine la partecipazione a FABTECH Expo, che avrà luogo a Chicago (Illinois) a novembre.

Augurandovi una buona lettura, porgiamo cordiali saluti.


Matteo Picariello
Direttore, ICE-Agenzia Chicago