Tecnologia AMUT Negli Impianti Petstar

È targato AMUT l’impianto di lavaggio che andrà a raddoppiare la produttività dello stabilimento di Petstar, la più grande compagnia nel settore del riciclo del PET per uso alimentare in Messico, della quale Coca-Cola Entreprises ha recentemente acquisito un’ampia percentuale, considerandola un elemento fondamentale per le proprie iniziative di packaging sostenibile in Messico.
 
Si tratta di uno dei più importanti progetti al mondo: anche questa volta Petstar, con Coca-Cola ed altri investitori messicani, ha scelto di avvalersi dell’innovativa linea di lavaggio ideata e prodotta da AMUT, ed ha già annunciato l’acquisto di ulteriori attrezzature dal fornitore italiano.
Un impianto ad elevato contenuto tecnologico, e comprende una linea di separazione delle diverse tipologie di materiale plastico e una linea di lavaggio.
 
Le bottiglie arrivano dalla raccolta urbana e industriale, si separano le parti in PO (tappi collari, etichette) dalle bottiglie (PET) e si procede con il lavaggio tramite Friction Washer, brevetto AMUT che consente di centrare un duplice obiettivo:
- perfetta pulizia del prodotto
- notevole risparmio di energia
 
L’impianto, installato a Toluca, ha un output di 3000 kg/h: in un anno verranno trattati 2 miliardi di bottiglie in PET.
Il Friction Washer ha la funzione di eliminare dalle scaglie di PET (o dalle bottiglie) qualsiasi tipo di materiale inquinante: etichette, colla, residui di sostanze organiche e sporco superficiale.
 
La macchina è alimentata direttamente da una coclea esterna, la quale trasporta il materiale da lavorare scaricandolo nella bocca d'entrata.
 
All'interno del Friction Washer, il PET viene lavato con acqua calda e prodotti chimici, soda e detergente. Il compito della soda è di attaccare lo sporco organico (specialmente la colla delle etichette), mentre il detergente impedisce che colla ed inquinanti tornino a depositarsi sulla superficie dei flakes.
 
Durante la permanenza del prodotto nel tamburo, l'azione combinata dell’attrito generato dal rotore, unitamente all’azione dell’acqua calda e dei prodotti chimici, permette il perfetto lavaggio delle scaglie di PET.
 
Il funzionamento della macchina è automatico ed in continuo.
 
Il tempo di permanenza del materiale in trattamento, fattore determinante per il buon esito dell’azione di lavaggio, è variabile. Determinato dal grado di riempimento della macchina, a cui corrisponde un proporzionale assorbimento amperometrico del motore, si determina impostando dal pannello di comando l’assorbimento amperometrico di lavoro voluto.
 
Normalmente questa impostazione viene fatta all’atto dell’avviamento dell’impianto ma, se necessario, può essere modificata dall’operatore.
 
L'acqua in uscita dal Friction Washer, unitamente alle impurità (residui di carta, colla, ecc.), viene trattata con un filtro speciale sotto vuoto a farina fossile e rimessa in circolo attraverso uno scambiatore di calore che ne riporta la temperatura ai valori di esercizio (90 - 95 °C).
La “Friction Washer” è collegata a un sistema di ricircolo e filtraggio acqua in controcorrente anch’esso parte del brevetto AMUT: una volta che gli inquinanti sono stati staccati dall’azione di frizione, vengono prelevati ed evacuati in continuo dal flusso di acqua evitando il loro deposito casuale. L’acqua grazie ad una intensa filtrazione viene pulita e riutilizzata in continuo con un considerevole risparmio (sia di acqua che di prodotti chimici), poiché quello che è necessario e sufficiente è il mantenimento della concentrazione dei chimici all’interno del circuito.
 
Un sistema di scambiatori di calore controlla le temperature delle acque in automatico e recupera il calore residuo: in questo modo i consumi, e di conseguenza i costi di esercizio, sono ridotti al minimo.
 
I parametri di processo divulgati durante la presentazione lo dimostrano e non temono confronti.

Fonte: Recycling Industry

 
Section:
Country:

Subscribe to our Newsletter!

Subscribe to our Newsletter!