Exxonmobil Entra Nella Vendita Di Carburanti

Il colosso petrolifero ExxonMobil è in procinto di investire USD 300 milioni, nei prossimi 10 anni, per creare una rete di distributori di benzina in Messico. 
La decisione fa seguito alla riforma del settore energetico, varata dal governo centrale nel 2013, che ha liberalizzato lo stesso ed ha permesso ai grandi gruppi ed imprese private, quali appunto Exxonmobil, di avere un ruolo maggiore nella produzione e vendita all’ingrosso ed al dettaglio di idrocarburi.
Secondo Martin Proske, Development Manager e Direttore del Dipartimento combustibili dell’azienda, la recente riforma energetica presenta un’opportunità unica nel mercato messicano per adempiere alla sempre più crescente domanda di combustibile ed offrire un servizio maggiormente competitivo e di qualità.
L’inaugurazione della prima stazione è prevista già per il secondo trimestre del 2017, (il luogo esatto rimane da confermare).  
Il programma di investimento ed espansione di Exxonmobil prevede anche il potenziamento delle attività esplorative ed estrattive nel bacino del golfo del Messico. Nel 2016, la compagnia si è aggiudicata un contratto per l’estrazione del greggio nella ricca area del Cinturón Plegado Perdido, assieme a Total.
ExxonMobil è presente in Messico da circa 130 anni ma a causa della nazionalizzazione dell’industria petrolifera messicana e della creazione della statale Petróleos Mexicanos, (oggi nota come Pemex), alla fine degli anni ‘30, ExxonMobil fu costretta a rimanere ai margini del mercato.
Oltre a ExxonMobil e Total, anche altre compagnie come BP e Gulf hanno stanno considerando l’ingresso nel mercato della vendita dei carburanti.  
Section:
Country: